Loading...
Homepage2018-12-21T12:20:27+02:00

Progetto “Ricomincio da Me”

Il progetto “Ricomincio da Me” nasce da storie di resilienza di due donne ed è ideato per altre donne.

Il 10% delle donne malate di tumore perde il lavoro, per licenziamento, dimissioni o altre cause, e molte altre hanno problemi professionali. Lo afferma un’indagine Censis presentata al Senato dalla F.A.V.O. – Federazione delle Associazioni di Volontariato Oncologico. Secondo l’indagine, in seguito all’insorgenza della patologia, e’ stato licenziato il 3,4% delle pazienti intervistate mentre il 78% ha dichiarato di aver avuto problemi sul lavoro. Il tumore, quindi, quale responsabile di un forte cambiamento anche, e soprattutto,  nell’interazione con la società attraverso il rapporto con il lavoro.

Di conseguenza, nel momento in cui si è nelle condizioni di salute ideali per re-immettersi nel mercato stesso, riuscire a trovare una nuova occupazione diventa molto arduo.  Occorre, quindi, un aggiornamento professionale sulle proprie competenze e sul come è cambiato il mercato del lavoro. A volte, nella maggior parte dei casi – in coerenza con quanto emerge da un rapporto della Camera di Commercio di Milano – si diventa perfino “imprenditori per necessità”. Costume sociale sempre più dilagante, il ricollocamento nel mercato del lavoro comporta un fabbisogno formativo importante dettato dalla necessità di essere autonome per garantirsi una realizzazione personale e un’indipendenza economica. Donne ritrovatesi disoccupate a causa della malattia  che scommettono su se stesse ritornando a posizionarsi nel lavoro o avviando quella che, nella maggioranza dei casi, è una micro o al massimo una piccola impresa.

Dovendo, quindi, “fare di necessità virtù”, il progetto Ricomincio da me mira a fornire gli strumenti per autopromuoversi in ottica di ricollocamento nel mercato del lavoro attraverso l’acquisizione di quelle competenze necessarie per un lavoro dipendente, in alternativa, per guardare ad altri sbocchi lavorativi come la libera professione e il fare impresa.

Ricominciando da se stesse per tornare a credere nel futuro

Ricomincio da Me è rivolto a tutte le donne in rosa che hanno necessità di ripartire a causa di un problema di salute che le ha tenute bloccate, a causa di una violenza psicologica subita dal datore di lavoro, a causa di manipolazioni vissute anche in ambito privato e in numerose altre situazioni analoghe.

In sintesi, donne che si sono confrontate con un tumore e intendono avviare una propria impresa o una professione alternativa a qualsiasi età e che si trovano nelle seguenti condizioni:

  • sono inoccupate e/o disoccupate;
  • hanno in essere una collaborazione ma stanno valutando l’idea di avviare una propria impresa

Attività

Fase teorica

Moduli

  1. Accoglienza/Orientamento: Orientamento – Analisi delle competenze in entrata. Tecniche di empowerment e life coaching.
  2. Le conoscenze e le competenze specifiche per trovare lavoro e diventare imprenditrice o libera pofessionista:
    • Orientamento al mercato del lavoro. Analisi delle competenze e potenziamento delle skills trasversali in ottica di autopromozione e ricerca attiva del lavoro;
    • Orientamento al Business. Contestualizzare l’essere imprenditore alla domanda del territorio di prodotti e/o servizi;

Materie

  • La scelta della forma giuridica di una impresa e gli adempimenti necessari per avviarla
  • Adempimenti amministrativi, fiscali e sicurezza sui luoghi di lavoro
  • Misure nazionali e regionali che favoriscono l’avvio di attività imprenditoriale singola o associata; i canali di finanziamento agevolato per la creazione di nuova impresa; le agevolazioni finanziarie previste
  • Marketing e comunicazione: localizzazione, clienti, concorrenza, fornitori, analisi s.w.o.t., marketing mix, comunicazione integrata (interna ed esterna), gestione Rsu e leadership, autopromozione, p.r. e digital p.r.
  • Politiche attive del lavoro: l’autocandidatura e il potenziamento delle competenze trasversali, empowerment e autopromozione. Redazione del CV e ricerca arriva del lavoro.
  • Forza vendita e CRM: customer base e allargamento base clienti
  • Web e social media marketing
    • Testimonianze di donne lavoratrici e imprenditrici: seminari dedicati con testimonianze in ottica di trasmissione di know how, incoraggiamento ed entusiasmo

Fase pratica

La fase pratica consiste nella redazione di un business plan della start up che si desidera realizzare. Le donne in rosa imparano a redigere un formulario molto simile a quello degli strumenti messi a supporto  dell’imprenditoria dalla Pubblica Amministrazione.

Infine, è prevista la fase di incubatore start up che consiste in un affiancamento nella forma di  mentoring e tutoring per l’avvio dell’impresa e con un monitoraggio costante sulla buona riuscita dell’impresa stessa. L’obiettivo è quello di curare da vicino, essere presenti e intervenire laddove le neo-imprenditrici ne sentano l’esigenza proprio per accompagnarle in quella che è considerata la fase più delicata in un ciclo di vita d’azienda.

I tempi di incubazione e start up sono soggetti alla necessità che il progetto individuale prevede.

News

Intervista andata in onda durante il TG del canale TRM

19 Ottobre 2018|

Vi presentiamo l'intervista alla presidente Stefania Lacriola, andata in onda durante il TG del canale TRM. Durante l'intervista la dott.ssa Lacriola ha avuto modo di presentare l'avvio del nuovo cors [...]

Archivio news

Staff

Stefania Lacriola
Stefania Lacriola
Ideatrice del progetto. Imprenditrice e formatrice. Mamma di Erika e Andrea. Appena può va sulla sua barca a vela per immergersi nella poesia del mare.
Alessandra Campanile
Alessandra Campanile
Ideatrice del progetto. Progettista, formatrice e P.R. Ama viaggiare e fare il pieno di ricordi e calorie.
Amatore D’Ursi
Amatore D’Ursi
Progettista e formatore. Votato all’ascolto perpetuo delle donne dello staff, molto disponile e sensibile. Scappa all’estero appena può per conoscere mondo nuovi.
Giovanni Difino
Giovanni Difino
Formatore e consulente. Impegnato nella vita familiare come nel lavoro 24/24 ore ma sempre presente per le esigenze del prossimo.

Contatti